sabato 26 gennaio 2013

Per non dimenticare


14 commenti:

  1. è doveroso ricordare e far conoscere ai giovani,per rispetto di tutti gli innocenti che la follia umana ha annientato
    ciao Gabry

    RispondiElimina
  2. Sí, é una data per non dimenticare mai!L'olocausto é la grande vergogna dell'umanesimo. Sei milioni di ebrei morirono nei campi di concentramento, cui dobbiamo aggiungere gli zingari, gli handicappati, gli oppositori politici che i nazisti eliminarono a migliaia nei lager.
    Un caro saluto a te e un abbraccione

    RispondiElimina
  3. Ciao Gabry,

    non so se è stata, in assoluto, la pagina più tragica, ma certamente non si deve dimenticare. La si deve anche spiegare, per quanto possibile, alle giovani generazioni perché sappiano, capiscano stiano lontano da queste assorde follie che rendono l'uomo come un lupo famelico. E d'esempi ve ne sono più d'uno: quello ebreo, quello armeno, quello cambogiano, quello curdo, quello .....
    Tutte assurde follie senza senso, senza logica, senz'anima.

    Ciao Gabry.
    Buona settimana a venire. Cerchiamo di far si che nessuno possa rubarci il futuro.
    banzai43

    RispondiElimina
  4. con la cattivaria che sta continuamente montando penso che una visita ad un campo di concentranìmento dovrebbe diventare programma scolastico, forse vedendo potrebbero capire che certe frasi non si possono ne pensare ne dire con la leggerezza di molti giovani, grazie gabry
    anna

    RispondiElimina
  5. mai e poi mai si potrà dimenticare!
    ciao, carissima, buon w.e.

    RispondiElimina
  6. Parole sacrosante, giuste, nobili, degne, emozionanti!

    RispondiElimina
  7. Il ricordo deve essere sempre vivo! Parlarne ai giovani, a scuola, per non dimenticare mai!
    Un abbraccio da tutti noi.

    RispondiElimina
  8. Buona notte Gabry e un abbraccione!

    RispondiElimina
  9. Ricordare... parlarne... spiegare ai giovani... gli orrori subiti dai popoli ebrei, curdi, cambogiani... e la follia umana che si arroga delle pretese...assurdo!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Buon riposo dopo i giorni (e le notti)difficili! Un abbraccione
    p.s.Qui piove e la neve di nuovo sta sciogliendo. Vorrei tanto vedere il sole dopo i giorni grigi!

    RispondiElimina
  11. ¡Hola Gabri!!!

    Es verdad que nadie debe olvidar esas fechas del horror vivido en todo el mundo, provocado y llevado a cabo por la crueldad de los nazis.

    Debemos o deben saberlo las nuevas generaciones para que nunca más se produzca algo así, tan tenebroso y cruel.
    Pero también en el mundo de hoy día, vemos -sabemos de muchas matanzas, de gente inocente que está viviendo un verdadero holocausto.
    Por las malditas guerras, por no sacar el trasero del poder, ciertos mandatarios. Verdaderas masacres se están llevando a cabo en varias partes del mundo.
    Y uno se siente impotente por no poder hacer nada.

    Gracias Gabri, por compartir tus sentimientos con todos nosotros.
    Te dejo mi gratitud y mi estima siempre. Un abrazo.
    Se muy feliz.

    RispondiElimina
  12. Va meglio, sono contenta. Un abbraccio rotondo che comprende tutti:-)

    RispondiElimina

Grazie per essere nel mio mondo, spero di averti fatto percepire le sfumature, i colori e le emozioni che si celano dietro le parole.